Gallery of my Creativity

Gallery of my Creativity
[ Home | Registrati | Discussioni Attive | Discussioni Recenti | Segnalibro | Msg privati | Sondaggi Attivi | Utenti | Download | Cerca | FAQ ]
Nome Utente:
Password:
Salva Password
Password Dimenticata?

 Tutti i Forum
 ^POESIA *I PENSIERI SPARSI *DEI VIANDANTI^
 EternBoyX & Mariella
 DIVINA COMMEDIA...(comico)
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
I seguenti utenti stanno leggendo questo Forum Qui c'č:
Autore Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  

-Mariella-
Utente Normale


Regione: Emilia Romagna
Prov.: Modena
Cittā: carpi


86 Messaggi

Inserito il - 05/01/2009 : 22:54:56  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di -Mariella- Invia a -Mariella- un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
INFERNO (Canto 1) By EternBoy

nel mezzo di cammini di nostra vita
mi ritrovai in sedere una matit..opsS
trovar la rima e' cosa molto ardita.
Ahi quanto male ed era dura
matita che usai in poesia giocando a sorte
e di pensieri non avea paura
tanto la usai per scriver di vita e morte
ma tra le righe presto io mi trovai
cose vero che narrero' un po' storte
col mio pensiero fuso io v'entrai
tant'ero fuor di testa a un certo punto
scansai i lampioni e i guardarail
ma poi che fui ai pie' della panchina giunto
io mi sedetti e mi grattai le palle
chiedendomi se ero fuso e fin a che punto
mi volsi impaurito e mi guardai alle spalle
scendeva di gia' il sole la' in pineta
ed un passaggio tetro tra le calle
e allor fu' la mia sbronza poco lieta
e il mormorio di panza mia agitata
e rigettai li' tutto su una pietra
e dopo aver la panza liberata
poi mi rimisi in piedi e guardai a riva
e se quell'acqua fosse barolo o cosa ingrata
e mentre ancor la mente mia fuggiva
mi volsi indietro a rimirare il passo
che mai restitui' persona viva.
Dopo essermi liberato e il corpo lasso
mi guardai attorno e via deserta
mi ripresi da quel breve collasso
ed all'inizio della strada erta
una leggiadra dama il viso assorto
di macolato pelo era coperta
io camminavo ancora un poco storto
ed impedia il passaggio al mio cammino
di lei aveo paura e non a torto
ed era gia quasi mattino
e il sol montava nascondea e le stelle
che mi guardavan giu' pieno di vino
non ero certo una delle le cose belle
ma di sperar anco ne aveo cagione
portare a casa sana la mia pelle
tant'e' aveo gia' perso la ragione
e allora vidi e il cuore poco resse
la vista che mi apparve di un leone
questi sembrava contro me venisse
la feci nelle braghe porco cane
ne feci che sembrava non finisse.
Ed una lupa tutta magra e grame
col pelo nero,sporco e corto
speravo di cuor mio che non avesse fame
oppure l'ero gia' che bell e morto
e volse il capo a destra e a manca
per non potermi perdere di vista
e se corressi cosi lei si stanca?
ma ciucco son e non un velocista
Ma cnche lei perde la faccia
abbassa il capo e piano si rattrista
Orsu' che pena..oh bestia senza pace
giunse ai miei piedi lenta..poco a poco
mentre alle spalle sue il sol tace.
e vidi all'ingresso di quel loco
con l'occhio ancora stanco e mezzo aperto
si sa' che ho bevuto e vedo poco
un ombra in quell'antro assai deserto
"Miserere di me" gridai a lui
oh chi tu sei. donna o omo?
Rispose " non omo caro eternboy
omo puo' essere la tua sorella
la tu nonna e tutti li parenti tuoi
non porto nome e nacqui un di' sul tardi
mia madre mi lascio' dietro un arbusto
nel tempo dei falsi e dei bugiardi
poeta come te io fui e scrissi con il gusto
figliol d'Anchise che venne da Troia
e se devi entrare qui per far trambusto
a disturbare i morti e portar noia
volta il tuo culo e togliti di fronte
che qui in inferno senza te e' una gioia.
"Weeeeee..ma tu sei Virgilio..l'uomino del monte
che in due bracciate ti attraversi il fiume
e che cio' scritto qui io sulla fronte?"
Rispose allora lui con grande voce
"Ho di altri poeti onore e lume
ormai ce li giochiamo a testa io croce
tu in vita tua scrivesti mai un volume."
risposi allor a Virgilio sulla soglia
"Tu sei lo mio maestro ed il mio autore
ti leggo tutti i giorni..azz..hai voglia :lol:
vedi sta bestia mordermi il polpaccio
ancor mi fa tremare vene e polsi
toglila dalle palle oh vecchio saggio
se no tra lei e me finisce a morsi"
"A te conviene non far piu' viaggi"
rispose poiche lacrimar mi vide
"se vuoi campar in sti luoghi selvaggi
che per sto cane che ti vide
non fa' passar nessuno per la via
te lo impedisce e se vuol t'uccide
lui di poeti ha fame in bramosia
di scervellati come te lui sempre ha voglia
se lui ti sbrana le' con allegria
con patatine e alloro qualche foglia
e tu sarai concime ,terra e peltro
dai vermi le poesie tue rivissute
e sua nazion sara' il feltro e feltro
(continua



NELLY
Amministratore


Cittā: FIRENZE


5886 Messaggi

Inserito il - 08/01/2009 : 18:39:41  Mostra Profilo Invia a NELLY un Messaggio Privato  Rispondi Quotando


Torna all'inizio della Pagina

-Mariella-
Utente Normale


Regione: Emilia Romagna
Prov.: Modena
Cittā: carpi


86 Messaggi

Inserito il - 09/01/2009 : 20:32:28  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di -Mariella- Invia a -Mariella- un Messaggio Privato  Rispondi Quotando



Torna all'inizio della Pagina

-Mariella-
Utente Normale


Regione: Emilia Romagna
Prov.: Modena
Cittā: carpi


86 Messaggi

Inserito il - 11/04/2009 : 20:37:11  Mostra Profilo  Visita l'Homepage di -Mariella- Invia a -Mariella- un Messaggio Privato  Rispondi Quotando
FINALMENTE CI SONO RIUSCITA SPEROM...
BUONA PASQUA A TUTTI



Torna all'inizio della Pagina
  Discussione Precedente Discussione Discussione Successiva  
 Nuova Discussione  Rispondi
 Versione Stampabile Bookmark this Topic Aggiungi Segnalibro
Vai a:
Gallery of my Creativity © Jholux Torna all'inizio della Pagina
Herniasurgery.it | SuperDeeJay.Net | Snitz Forums 2000